Seguici sui Social

Cronaca Giudiziaria

madre e zii indagati omicidio volontario

Pubblicato

il


Neonato morto a Benevento: la madre, sua sorella e il marito di quest’ultima sarebbero secondo l’accusa responsabili della morte del piccolo Gabriele, il bimbo di 5 mesi ricoverato in tre ospedali diversi per un trauma cranico che la scorsa settimana lo ha portato alla morte.

La procura della Repubblica di Benevento ha inviato gli avvisi di garanzia ai tre per procedere alla nomina dei consulenti tecnici d’ufficio che eseguiranno l’autopsia e tutti gli accertamenti medico legali per stabilire le cause del decesso. Un atto dovuto l’avviso di garanzia, proprio per consentire quelli che si definiscono accertamenti tecnici irripetibili. Ma la procura individua anche come parti offese il padre del piccolo, attualmente detenuto e la nonna paterna. Si procede per omicidio volontario.

Pubblicità

Un particolare che lascia intendere come la versione fornita dalla madre e dagli zii sul trauma accidentale, dovuto a un colpo inferto con una spazzola dalla cuginetta che voleva solo giocare, non abbia convinto del tutto gli inquirenti.

Gabriele, che viveva con la madre e gli zii in un alloggio popolare del rione Liberta’ di Benevento, era stato portato in ospedale per la prima volta il 16 gennaio scorso, al pronto soccorso del “Fatebenefratelli”, dove era rimasto per qualche giorno e dove i medici avevano riscontrato attraverso una tac il trauma cranico. Il 25 gennaio scorso il ricovero al “Rummo” di Benevento, dove la tac di controllo aveva evidenziato l’emorragia cerebrale.

Pubblicità

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Bimbo morto per trauma cranico, pm Benevento nomina perito

Da li’ il trasferimento in eliambulanza al “Santobono” di Napoli, dove Gabriele e’ rimasto soltanto tre giorni. Le sue condizioni erano disperate e il tragico epilogo e’ stato inevitabile.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità