Seguici sui Social

Cronaca Giudiziaria

Napoli, condanna definitiva per l’assassino di Lello Perinelli

Napoli. Confermata la condanna nei confronti dell’assassino del calciatore Lello Perinelli.

Pubblicato

il

Napoli. Confermata la condanna nei confronti dell’assassino del calciatore Lello Perinelli.

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a sedici anni e sei mesi per Alfredo Galasso, venditore ambulante accusato di aver ucciso a 31 anni con una coltellata al cuore l’amico d’infanzia Raffaele Perinelli, 21 anni, ex calciatore della Turris e del Gragnano, figlio di Giuseppe, legato al clan Lo Russo e vittima di un agguato durante la ‘guerra’ con i Misso.

L’omicidio avvenne al culmine di una lite per gelosia nel quartiere di Miano a Napoli  il 7 ottobre del 2018. Quella mattina i due si incontrarono in via Janfolla per caso, davanti a un circolo ricreativo. Il 29 settembre precedente avevano litigato in una discoteca per una ragazza.

Pubblicità

Quando si incontrarono Galasso estrasse un coltello e colpi’ al cuore Perinelli che, nonostante i soccorsi, mori’ poco dopo. Galasso scappo’ ma fu rintracciato poco dopo. Confesso’ e svelo’ il movente. Il venditore ambulante in primo grado era stato condannato a 17 anni, e in Appello aveva avuto uno ‘sconto’ di sei mesi confermato dalla Suprema Corte.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli, condanna definitiva per l’assassino di Lello Perinelli di Giuseppe Del Gaudio / Cronache della Campania

Pubblicità

Pubblicità