Napoli: Giovanotto gambizzato a Piazza Mercato per uno sguardo “eccessivo” – Atti di violenza preoccupanti.

NAPOLI: CONFLITTO TRA GIOVANI PORTA ALLA GAMBIZIONE DI UN GIOVANE A PIAZZA MERCATO

Una discussione tra giovani dei Quartieri Spagnoli e della zona Mercato a Napoli ha avuto un esito sanguinoso nella notte tra domenica e lunedì. Raffaele Frenna, un 21enne senza precedenti penali di piazzetta Marinelli, è rimasto a terra con una ferita da arma da fuoco alla gamba destra ed è stato ricoverato all’ospedale dei Pellegrini.

Il giovane è stato colpito da un proiettile sparato da due individui a bordo di uno scooter. L’attacco è avvenuto nella piazza Mercato, una zona ben sorvegliata da telecamere di videosorveglianza.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, Frenna si trovava da solo quando i due aggressori si sono avvicinati a lui e uno dei due gli ha sparato. Il proiettile ha colpito la sua gamba destra, ma il giovane non è in pericolo di vita.

Frenna ha raccontato agli investigatori che la discussione con i due aggressori è nata per motivi banali, probabilmente a causa di uno sguardo “eccessivo”. La polizia sta conducendo indagini per identificare i responsabili dell’aggressione.

Non è la prima volta che piazza Mercato a Napoli è teatro di episodi violenti. Durante l’estate, un altro giovane è rimasto ferito in circostanze misteriose in quella stessa zona. In quel caso, le indagini hanno rivelato la presenza di affiliati ai clan camorristici De Micco e Minichini-De Luca Bossa.

La piazza è infatti un luogo strategico per i clan nell’ambito del controllo del territorio. È frequentata da giovani provenienti da diverse zone della città ed è spesso deserta di notte, il che la rende un luogo ideale per gli agguati.

È preoccupante constatare che atti di violenza del genere si verifichino ancora nelle strade di Napoli. È necessario un maggiore impiego di risorse da parte delle autorità per garantire la sicurezza dei cittadini e prevenire nuovi episodi di questo genere. La comunità locale deve anche riflettere su come affrontare e risolvere i conflitti in modo pacifico, evitando che possano degenerare in violenza armata.

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Ex killer pentito arrestato a Roma, chiuse indagini sull’omicidio di Siani.

Arrestato ex killer e camorrista pentito a Roma Salvatore Migliorino,...

Chiesti sei ergastoli per i boss dell’organizzazione criminale di Gomorra per otto omicidi commessi.

Processo contro i boss della seconda faida di Scampia Nel...

Scimmia e violenze in carcere: la mia testimonianza contro gli abusi

Violenze nel carcere: le testimonianze al maxi-processo Proseguono le testimonianze...

Processo per estorsione a Gennaro Morgillo, uomo che uccise il padre vittima della Camorra: chiesto il giudizio.

Accusa di estorsione ai danni di Francesco D’Angelo Il ras...