Arresti e sequestri per fatture false anche in Campania: ultime operazioni delle autorità competenti.

Le operazioni recenti delle autorità competenti hanno portato a quattro arresti e a numerosi sequestri legati a un’operazione di frode con fatture false che ha tratto vantaggio indebito da oltre 500 persone residenti in 13 regioni italiane, compresa la Campania. Il gruppo criminale, guidato da un individuo di Ravenna, ha illuso le vittime offrendo loro la possibilità di accedere a finanziamenti provenienti da organismi dell’Unione Europea, che in realtà erano inesistenti. Il danno si aggira intorno ai 2 milioni di euro.

Secondo quanto emerso dall’indagine, il modus operandi del sodalizio coinvolgeva società con sede a Roma, Viareggio e Cagliari, che richiedevano alle vittime di versare un compenso sui loro conti bancari come pagamento per l’istruttoria necessaria per iniziare la pratica di finanziamento. Questo compenso, una volta decurtato di una quota parte destinata agli individui associati alle società, finiva sistemanticamente nelle mani del soggetto di Ravenna. Quest’ultimo risultava essere il titolare di una società, emettendo fatture false allo scopo di occultare le tracce dei proventi ottenuti illegalmente dalle vittime delle frodi. Le vittime, ignare della truffa, credevano di poter contare su finanziamenti per diverse esigenze, dalla compravendita immobiliare alla crisi di liquidità familiare.

L’operazione delle autorità ha portato a quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere e a numerosi sequestri legati a questa truffa. Le indagini in corso hanno messo in luce un quadro complesso che coinvolge diverse regioni italiane, tra cui la Campania, e si prevede che ci siano sviluppi in merito a questa vicenda.

È importante che le autorità competenti continuino a monitorare e contrastare queste attività illegali, al fine di proteggere i cittadini dalle truffe finanziarie e garantire un’adeguata tutela dei consumatori.

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Chiesti sei ergastoli per i boss dell’organizzazione criminale di Gomorra per otto omicidi commessi.

Processo contro i boss della seconda faida di Scampia Nel...

Scimmia e violenze in carcere: la mia testimonianza contro gli abusi

Violenze nel carcere: le testimonianze al maxi-processo Proseguono le testimonianze...

Processo per estorsione a Gennaro Morgillo, uomo che uccise il padre vittima della Camorra: chiesto il giudizio.

Accusa di estorsione ai danni di Francesco D’Angelo Il ras...

Napoli: droga in carcere tramite droni, ai domiciliari sospettato Alessandro Iuliano.

La decisione del Tribunale del Riesame Il Tribunale del Riesame...