Imprenditore complice clan Polverino, 20 milioni di beni sequestrati – Cronache della Campania

I Carabinieri di Roma hanno emesso un provvedimento di sequestro di beni per un valore totale di circa 20 milioni di euro nei confronti di un imprenditore. Il sequestro è avvenuto in seguito alla richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia al Tribunale di Roma, sezione misure di Prevenzione. L’azione è scaturita da un’indagine condotta dai Carabinieri della Sezione Misure di Prevenzione del Nucleo Investigativo di Roma.

L’indagine ha permesso di ricostruire il profilo criminale dell’imprenditore e di individuare il suo ingente patrimonio, ritenuto essere frutto di attività illecite. L’uomo è accusato di una serie di reati commessi a partire dal 1996, tra cui usura, ricettazione, truffa, falsità, bancarotta, violazioni ambientali e favoreggiamento alla camorra.

Il sequestro ha coinvolto diversi beni, tra cui 4 ville, un complesso industriale, 144 unità immobiliari, vari terreni, 11 società e 22 veicoli. Il provvedimento di sequestro è stato emesso con l’intento di contrastare le attività illecite e contribuire alla lotta contro la criminalità organizzata.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Roma, su richiesta della Procura distrettuale antimafia, e ha coinvolto un imprenditore accusato di favorire la latitanza di alcuni esponenti del clan Polverino. I Carabinieri hanno condotto un’indagine e ricostruito il profilo criminale dell’imprenditore, individuando il suo ingente patrimonio, ritenuto essere frutto di attività illecite. Tra i beni sequestrati vi sono 4 ville, un complesso industriale, 144 unità immobiliari, vari terreni, 11 società e 22 veicoli.

Fonte

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Ex killer pentito arrestato a Roma, chiuse indagini sull’omicidio di Siani.

Arrestato ex killer e camorrista pentito a Roma Salvatore Migliorino,...

Chiesti sei ergastoli per i boss dell’organizzazione criminale di Gomorra per otto omicidi commessi.

Processo contro i boss della seconda faida di Scampia Nel...

Scimmia e violenze in carcere: la mia testimonianza contro gli abusi

Violenze nel carcere: le testimonianze al maxi-processo Proseguono le testimonianze...

Processo per estorsione a Gennaro Morgillo, uomo che uccise il padre vittima della Camorra: chiesto il giudizio.

Accusa di estorsione ai danni di Francesco D’Angelo Il ras...