Categorie
Cronaca Giudiziaria Ultime Notizie

Omicidio del diacono, l’accusa chiede la condanna per sei imputati

Latina/Torre del Greco. Omicidio Barlone: chiesti tre ergastoli e tre condanne a 20 anni di reclusione. Rito abbreviato per sei delle persone coinvolte nell’omicidio dell’ex diacono di Monte San Biagio, Patrizio Barlone. Nei giorni scorsi il pm Valerio De Luca ha chiesto l’ergastolo per Salvatore Avola, Carmine Marasco di Torre del Greco e Antonio Imperato di Ercolano, ritenuti gli esecutori materiali del delitto. Mentre l’accusa ha chiesto una condanna a 20 anni per Aldo Quadrino, l’imprenditore di Fondi, mandante del raid ai danni di Barlone, Vincenza Avola di Torre del Greco e Salvatore Scarallo di Napoli. Il Gup Laura Matilde Campoli deciderà sulla richiesta di condanna il prossimo 11 febbraio. Patrizio Barlone fu trovato morto nella sua abitazione di Monte San Giacomo a febbraio scorso: fu legato e imbavagliato e poi ucciso. Dietro il raid che inizialmente doveva essere una rapina c’era un debito di 25mila euro che Quadrino aveva contratto con la vittima. Le immagini delle telecamere di sorveglianza erano state determinanti nell’individuazione dei componenti della gang ingaggiata da Quadrino. Per i sei si sta svolgendo il processo con rito abbreviato. Il prossimo 11 febbraio si tornerà in aula e sarà la volta delle difese e della sentenza.
L'articolo Omicidio del diacono, l’accusa chiede la condanna per sei imputati sembra essere il primo su Cronache della Campania.

Latina/Torre del Greco. Omicidio Barlone: chiesti tre ergastoli e tre condanne a 20 anni di reclusione. Rito abbreviato per sei delle persone coinvolte nell’omicidio dell’ex diacono di Monte San Biagio, Patrizio Barlone. Nei giorni scorsi il pm Valerio De Luca ha chiesto l’ergastolo per Salvatore Avola, Carmine Marasco di Torre del Greco e Antonio Imperato di Ercolano, ritenuti gli esecutori materiali del delitto. Mentre l’accusa ha chiesto una condanna a 20 anni per Aldo Quadrino, l’imprenditore di Fondi, mandante del raid ai danni di Barlone, Vincenza Avola di Torre del Greco e Salvatore Scarallo di Napoli. Il Gup Laura Matilde Campoli deciderà sulla richiesta di condanna il prossimo 11 febbraio. Patrizio Barlone fu trovato morto nella sua abitazione di Monte San Giacomo a febbraio scorso: fu legato e imbavagliato e poi ucciso. Dietro il raid che inizialmente doveva essere una rapina c’era un debito di 25mila euro che Quadrino aveva contratto con la vittima. Le immagini delle telecamere di sorveglianza erano state determinanti nell’individuazione dei componenti della gang ingaggiata da Quadrino. Per i sei si sta svolgendo il processo con rito abbreviato. Il prossimo 11 febbraio si tornerà in aula e sarà la volta delle difese e della sentenza.

L'articolo Omicidio del diacono, l’accusa chiede la condanna per sei imputati sembra essere il primo su Cronache della Campania.