Napoli, morto il tabaccaio aggredito da un migrante nella metro a Chiaiano

Napoli. È morto all’ospedale Cardarelli dove era ricoverato dal 9 giugno scorso, Ulderico Esposito, il tabaccaio di 52 anni di Mugnano, aggredito da un nigeriano all’interno della stazione metropolitana di Chaiano. Il suo cuore ha cessato di battere nella notte. Il tabaccaio aveva rimediato una grave emorragia cerebrale. Le sue condizioni erano apparse subito gravi e nonostante gli sforzi dei medici, l’uomo ha perso la vita. L’episodio di violenza era accaduto davanti al suo negozio nella stazione della metropolitana di Chiaiano. Ulderico Esposito, 52 anni, aveva un’emorragia celebrale per il pugno sferratogli da un nigeriano che era solito infastidire le persone in quel luogo, poi arrestato quella stessa sera dalla Polizia. La notizia ha gettato nello sconforto familiari e amici. I social sono invase di messaggi di cordoglio e di ricordo.

Cronache della Campania@2019

Fonte

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Sequestrati 250mila articoli falsi tra Napoli e provincia: 9 denunciati

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli,...

Turista con lo scooter negli Scavi di Pompei: denunciato

Turista con lo scooter negli Scavi di Pompei: denunciato. Era...

Manca l’acqua a Capri, in crisi bar e ristoranti

Capri. Un guasto alla rete idrica ha fatto mancare...

Trenitalia, i “servizi Link” per le mete turistiche della Campania

Sara’ piu’ “comodo e conveniente” questa estate raggiungere i...