I Casalesi si compattano, il pentito: “Il clan non è finito, c’è un nuovo gruppo formato dai parenti dei vecchi boss’

Arresti e collaborazioni con la giustizia “eccellenti” hanno modificato quelle che sono le strategie e la geografia del clan dei Casalesi e fatto superare le divisioni interne con il sodalizio che si è “unito” con la formazione di un gruppo compatto composto da giovani parenti dei vecchi esponenti del clan.
A rivelarlo ai magistrati della Dda è stato il collaboratore Salvatore Orabona parlando di Enrico Verso, il cognato di Raffaele Bidognetti, detto ‘o puffo, collaboratore di giustizia e figlio del capoclan Francesco Bidognetti, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sulle società di vigilanza legate alla camorra. Secondo Orabona “il nuovo gruppo dei casalesi non è più interessato a faide interne, nè commettere omicidi, ma a gestire settori imprenditoriali e altre attività dalle quali trarre lauti guadagni. Di conseguenza, noi fazione Schiavone abbiamo operato unitamente al … gruppo Bidognetti anche se di quest ultimi in libertà sono rimasti in pochi. Tra questi vi è Enrico Verso”.
Verso, come conferma lo stesso collaboratore di giustizia, “è il cognato di Raffaele Bifognetti. Fa oggi parte di un gruppo che si può considerare unitario. In passato come è noto il gruppo Bidognetti era distaccato dagli altri ma ora non è più così ed in questo momento il gruppo si può considerare unico ed è sbagliato dire che il clan dei casalesi è finito. Vi è infatti un nuovo gruppo di soggetti, molti dei quali giovani e legati da rapporto dì parentela (fìgli) ai vecchi esponenti del clan. Ecco perché dico che Verso fa parte di un unico gruppo quello di cui riferisco essere il vertice. Voglio precisare che Verso insieme ad altre persone, che sono definibili come facendo capo a Bidognetti, controllano i Comuni di Parete e Lasciano per l’agro aversano e i comuni di Villa Literno e il litorale Domizio”.
 Gustavo Gentile
Cronache della Campania@2019

Fonte

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Napoli, evaso arrestato a Bagnoli

Napoli. Stamattina gli agenti del Commissariato Bagnoli, durante il...

Attacco hacker all’Agenzia ambiente della Campania “Dati non compromessi”

Attacco hacker all’Arpac, l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania: e’...

Rione Alto, ruba tavole da ponteggio: arrestato

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Arenella, durante il...

Napoli, scarico merci selvaggio al Corso Vittorio Emanuele. Scompare la fermata del bus

Napoli. “Non bastava la sosta selvaggia, adesso anche lo...