Seguici sui Social

Primo Piano

Napoli, oltre una tonnellata di fuochi proibiti sequestrati dai vigili al rione Sanità

Pubblicato

il

La Polizia Municipale di Napoli ha effettuato oggi un imponente sequestro di fuochi d’artificio, oltre una tonnellata, con un potere esplosivo superiore ai 150 kg. Gli agenti impegnati nel controllo del territorio al fine di reprimere il trasporto, la detenzione e la vendita di fuochi d’artificio classificati come “pericolosi”, hanno intercettato all’interno del Rione Sanità un furgone preso a noleggio che, lasciato in sosta a ridosso di una palazzina molto popolata, era stato caricato fino al massimo della propria capienza con il materiale esplosivo. Le indagini hanno portato gli agenti sulle tracce di S.S., 55 anni, napoletano, il quale, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato denunciato a piede libero. In totale sono state sequestrate oltre 300 batterie da 100 colpi ciascuna che, terminato il conteggio e la campionatura, sono stati affidati agli artificieri per la successiva distruzione. “Anche quest’anno – dichiara l’assessore alla Polizia Municipale Alessandra Clemente – la nostra Polizia Locale è in prima linea a combattere contro la vendita dei fuochi pirotecnici illegali. Un lavoro che negli anni ha portato ad una drastica riduzione degli incidenti. Abbiamo tutti noi il dovere morale di non acquistare questi “botti” per non alimentare circuiti criminali e per tutelare noi stessi, i nostri cari e i tanti animali presenti in città”.
Cronache della Campania@2019

Fonte

Pubblicità