‘Cosa mi volevi dire?’, il ritorno di Roberto De Simone a Wunderkammer. Venerdì 17 gennaio

Data:


Venerdì 17 novembre (ore 21), presso il Succorpo della Basilica della Santissima Annunziata Maggiore (via Annunziata, 34), ritorna a Wunderkammer Renato De Simone.
Dopo aver vinto, con “Lo Sportello”, il premio Wunderkammer-FringeHart, De Simone è uno dei migliori interpreti della nuova generazione che rilegge, riadattandoli, due atti unici e questa volta lo fa assieme a Carmen Annibale: “Dialogo” e “La Parrucca”, di Natalia Ginzburg. Comici, drammatici, veri, con l’ironia e la leggerezza che rendono la Ginzburg unica nel panorama della narrativa e della drammaturgia italiana, i due atti unici restituiscono al pubblico la grandezza di una grande scrittrice.
Per partecipare allo spettacolo, il cui costo è di 12 €, è obbligatorio prenotare inviando una mail all’indirizzo wunderkammer@fastwebnet.it oppure collegandosi al all’indirizzo web https://wunderkammernapoli.wordpress.com/scrivici/ da cui è possibile inviare un messaggio per prenotare.
Per i possessori della WunderKarte, gli iscritti al FAI, i docenti e gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e gli iscritti all’Ordine degli Architetti (dietro presentazione del tesserino) il costo è di 10 €.
Wunderkammer, per la direzione artistica di Diego Nuzzo, è realizzato con il patrocinio morale del Comune di Napoli, del FAI – Fondo Ambiente Italiano, dell’Accademia di belle arti di Napoli e dell’Ordine Architetti PPC di Napoli e Provincia.

Cronache della Campania@2019

Fonte

CONDIVIDI :

Più letti

TI POTREBBE INTERESSARE
LEGGI

Omicidio Genny Cesarano: il killer fu Gianluca Annunziata

Potrebbe essere stato  Gianluca Annunziata, 31 anni, l’ultimo dei...

Processo Isochimica, oggi dopo 30 anni arriva la sentenza

processo isochimicaprocesso isochimica

#ProcessoIsochimica, oggi dopo 30 anni arriva la #sentenza. Il fallimento dichiarato dal tribunale di Avellino risale al 1990

Processo Isochimica, oggi dopo 30 anni arriva la sentenza di Gustavo Gentile / Cronache della Campania

Spari alla Pastrengo e devastazione al Pellegrini: condannati familiari e amici di Ugo Russo

ugo russo condannati familiariugo russo condannati familiari

Il Tribunale di Napoli ha inflitto condanne complessive per oltre 30 anni di carcere per familiari e amici di Ugo Russo, il baby rapinatore dei Quartieri ucciso nel corso di un conflitto a fuoco con i carabinieri

Spari alla Pastrengo e devastazione al Pellegrini: condannati familiari e amici di Ugo Russo di Redazione Cronache / Cronache della Campania

Camorra, arrestato a Ponticelli elemento di spicco del clan De Martino

Camorra, i carabinieri arrestano a Ponticelli un elemento di...