Seguici sui Social

Primo Piano

Oscar, 11 nomination per Joker di Todd Phillips

Pubblicato

il

Oscar, 11 nomination per Joker di Todd Phillips

Joker, The Irishman, C’era una volta a… Hollywood, 1917 e Parasite sono tra i cinque film a essere i grandi protagonisti della notte degli Oscar, domenica 9 febbraio al Dolby Theater di Los Angeles. Con ‘Joker’, star assoluta, che ha ottenuto undici nomination. Arrivate a meno di un mese dalla premiazioni, le scelte finali dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che celebra la miglior produzione cinematografica dell’ultimo anno, consegnano al film di Todd Phillips, vincitore del Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia, il ruolo di grande favorito. Joaquin Phoenix, che ha appena ottenuto il Golden Globe per la miglior interpretazione in ‘Joker’ e ieri notte ha ritirato un altro premio, quello della critica, sembra destinato a fare tripletta. Dieci nomination anche per Tarantino, con ‘C’era una volta a… Hollywood’, Martin Scorsese, per ‘The Irishman’ e Sam Mendes, ‘1917’ e grande successo di candidature per ‘Jojo Rabbit’, ‘Storia di un matrimonio’ e ‘Piccole donne’ che ha ottenuto sei nomination ma non quella per la regia, di Greta Gerwig, unica donna tra le possibili protagoniste. Tra i film finalisti figurano due film prodotti da Netflix, quello di Scorsese e ‘Storia di un matrimonio’, ma non ce la fa ‘I due Papi’, che pero’ promuove tra i finalisti Jonathan Pryce, tra gli attori protagonisti, e Anthony Hopkins, tra quelli di spalla. Non mancano, come da tradizione, i bocciati eccellenti. Se in ‘Storia di un matrimonio’, film drammatico sulla fine di un rapporto, guadagnano la nomination i due protagonisti, Adam Driver e Scarlett Johansson, e l’attrice non protagonista, Laura Dern, in ‘The Irishman’ di Scorsese, dramma esistenziale del ‘dopo’ nella vita di un vecchio gangster, il grande sconfitto e’ Robert De Niro, rimasto fuori da tutto, mentre tra gli attori non protagonisti sono entrati Al Pacino e un rinato Joe Pesci.
In ascesa il film di Mendes, ‘1917’, film sulla Prima guerra mondiale, con un piano sequenza iniziale che ha lasciato storditi gli spettatori e che negli Usa ha incassato piu’ del kolossal ‘Star Wars’. Tra il film che dalle nomination trarranno nuova linfa c’e’ sicuramente ‘Parasite’ del coreano Bong Joon-ho, ritratto splatter della crudelta’ del capitalismo, entrato tra i finalisti come miglior regista, nono film nella categoria principale e finalista nella sezione dei film stranieri, dove figurano il polacco ‘Corpus Christi’, il macedone ‘Honeyland’, il francese ‘Les Miserables’ e l’ultimo di Pedro Almodovar, ‘Dolor y Gloria’. Nessun film italiano in gara, ma era tutto previsto dopo che il film indicato dall’Italia, ‘Il traditore’, di Marco Bellocchio, incentrato sulla vita del pentito di mafia, Tommaso Buscetta, interpretato da uno straordinario Perfrancesco Favino, non aveva superato le selezioni.
Cronache della Campania@2019

Fonte

Pubblicità