‘Pochos’ al Teatro Sannazaro: combattere l’omofobia con una partita di calcetto


Venerdì 17 alle 21.00, con repliche fino a domenica 19 gennaio, il teatro Sannazaro presenta “Poochos”, la sua nuova produzione. Lo spettacolo scritto e diretto da Benedetto Sicca, affronta un tema scottante: il binomio tra calcio e omosessualità. Sul palco Francesco Aricò, Emanuele D’Errico, Dario Rea,Francesco Roccasecca, Eduardo Scarpetta, reduci dal  debutto al teatro Filodrammatici di Milano lo scorso 28 novembre nell’ambito della rassegna Lecite Visioni. Ispirato a un fatto di cronaca del 2012, anno in cui una squadra amatoriale di calcetto gay di Napoli aperta a qualunque orientamento sessuale, omosessuale, bisessuale, eterosessuale, e genere di appartenenza, uomo, donna e trans, fece suo malgrado coming out, mettendo in discussione lo stereotipo etero sessista che vede il calcio come lo sport macho e maschile per antonomasia. Il binomio stridente, secondo il luogo comune corrente, tra calcio e omosessualità diventa momento di riflessione su un tabù da superare.
“Uno spettacolo sulle nostre abitudini sessuali, sui nostri desideri e sull’amore per il calcio – spiega Benedetto Sicca – nel quale il pubblico è invitato a fare un’allegra riflessione sulla propria sessualità e su quanto i desideri possano essere fonte di liberazione.”

Sette anni fa, un giovane napoletano omosessuale lancia un post su una chat di appuntamenti gay con l’ invito a giocare una partita di calcetto. Arrivano le prime adesioni e nel giro di qualche settimana “la partitella” diventa una consuetudine, tanto che i ragazzi decidono di costituirsi in una vera e propria squadra che si battezza col nome “Pochos”, scugnizzi in spagnolo, in onore del nomignolo del calciatore Lavezzi. Durante una serata di presentazione a cui inaspettatamente si presenta la stampa, i giovani calciatori sono costretti ad affrontare pubblicamente il tema della propria omosessualità … inizia così la “grande notte dei Pochos” in cui ciascuno di loro è costretto a fare i conti con le proprie paure. Per molti quella notte inizia un percorso di liberazione.
A partire da questa vicenda Benedetto Sicca ha sviluppato, nell’ambito del Cantiere Sartoria del Teatro Sannazaro, diretto da Francesco Saponaro, spazio di sperimentazione delle scritture sceniche, una residenza di creazione che diventa una nuova produzione del teatro.

Cronache della Campania@2019

Fonte

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Torre Annunziata, controlli notturni dei carabinieri: presi 2 pusher

Torre Annunziata. Sono le 2 di notte quando i...

Napoli, padre e figlio armati in strada e casa un arsenale: arrestati

I due incensurati dei Colli Aminei in casa avevano...

Casoria, chiede ‘pizzo’ al ristoratore 3 volte l’anno: arrestato

Casoria. Ha chiesto il ‘pizzo’ da una attivita’ commerciale....

Napoli, tenta di rapinare una donna al corso Garibaldi: arrestato

Napoli. Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante...