Seguici sui Social

Cronaca Nera

Gaetano Ariosto ucciso dall’imprenditore per motivi economici

Pubblicato

il

Si chiama Antonio Papa l’imprenditore di Torre Annunziata che nel tardo pomeriggio di ieri ha ucciso a Boscotrecase  il 49enne Gaetano Ariosto.

La vittima, con precedenti penali e fratello di un noto pregiudicato di San Giovanni a Teduccio legato al  clan Mazzarella, è stato freddato con un solo colpo di pistola. Papa che poche ore dopo l’omicidio consumato in via Rio si è presentato dai carabinieri per confessare ha spiegato che la vittima lo vessava con richieste di denaro.

Papa, 43 anni, aveva ricevuto un prestito che si era trasformato in un inferno. Secondo il suo racconto, fatto davanti al pm della procura di Torre Annunziata e accompagnato dal suo avvocato, la vittima aveva applicato tassi usurai elevatissimi a quel prestito e lui ha deciso di farsi giustizia da solo. Gli ha dato appuntamento. Ma si è presentatao armato davanti al supermercato di via Rivo a Boscotrecase che doveva essere trasformato in una mensa e lo ha ucciso con un solo colpo di pistola.

Pubblicità

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Boscotrecase, muratore ucciso dal suo capomastro per un lite di lavoro

L’arma l’aveva con se quando si è presentato in caserma.

 

Pubblicità

Gaetano Ariosto ucciso dall’imprenditore per motivi economici di Giuseppe Del Gaudio / Cronache della Campania

Pubblicità