Imprenditore ucciso nel Casertano, arrestato il ‘basista’: era un suo dipendente. Ricercati gli assassini

Un 34enne albanese è stato arrestato dai Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere in quanto ritenuto responsabile, in concorso, dell’omicidio di Pasquale Guarino, imprenditore agricolo ucciso il 23 settembre 2015 nel suo fondo agricolo in località Cuparella.
La vittima reagì ai rapinatori venendo poi ferito mortalmente da due colpi di pistola. Secondo i militari, coordinati nelle indagini dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, Roland Turshilla albanese di 34 anni, da impiegato della vittima avrebbe agito da “basista” segnalando ai complici, suoi connazionali, spostamenti e abitudini dell’uomo al fine di rapinarlo di una cospicua somma di denaro incassata poco prima al mercato ortofrutticolo di Maddaloni.
Le indagini si sono avvalse di intercettazioni e delle immagini registrate da alcune telecamere presenti nella zona dell’omicidio, il tutto poi avallato dalle dichiarazioni rese da alcune persone informate sui fatti. Il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere. Sono stati emessi provvedimenti cautelari anche nei confronti dei presunti complici, allo stato irreperibili.

Copyright@2017 CronachedellaCampania.it

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Scuole chiuse a Napoli domani causa maltempo

Scuole chiuse a Napoli domani: niente lezioni anche in...

Covid in Campania, 1444 positivi ma nessun decesso

Covid in Campania, stabili i ricoveri in terapia intensiva,...

Follia Ultras, scontri tra tifosi di Ischia e Savoia: auto tenta di investire i rivali. Il video

Violenti scontri allo stadio ‘Piccolo’ di Cercola tifosi dell'Ischia...

Napoli, spaccia nei giardinetti di piazza Garibaldi: arrestato

I Falchi della Squadra Mobile di Napoli hanno catturato...