Seguici sui Social
[t4b-ticker]

Cronaca Giudiziaria

Camorra flegrea: chiesti 674 anni di carcere per i 53 imputati. TUTTE LE RICHIESTE

Pubblicato

il

La mannaia della Dda è caduta sulle teste degli esponenti del gruppo degli emergenti della camorra della zona flegrea guidati dai fartelli Antonio e Andrea Ferro. Ben 674 anni di carcere sono stati infatti chiesti nell’ambito del processo che si sta svolgendo con il rito abbreviato nei confronti dei 57 imputati.
I nuovi capi camorra eredi del clan Beneduce-Longobardi si erano divisi il territorio flegreo in diversi gruppi anche se tutti facevano riferimento ai fratelli Ferro. Traffico di droga ed estorsione ai commercianti, agli imprenditori a quelli dei mercati e perfino ai parcheggiatori abusivi. E chi non rispettava le regole veniva selvaggiamente picchiato come ha raccontato l’ex boss, ora pentito Napoleone Del Sole riguardante il pestaggio di uomo che aveva “osato” frequentare una persone non gradita ai fratelli Ferro: “Mi raccontò che in macchina mentre lo portavano a Quarto già cominciarono a picchiarlo, e nonostante lui li supplicasse di non fargli segni in faccia in quanto doveva andare a trovare il padre in ospedale, loro continuarono a picchiarlo. A Quarto c’erano i Ferro ed altre persone che continuarono a riempirlo di botte. Quando finirono di picchiarlo gli dissero che doveva consegnare loro la sua autovettura e non lo riaccompagnarono fino a casa ma lo lasciarono a piedi a metà strada. Lui fu costretto a prendere la macchina della madre, se non sbaglio una Panda e gliela consegnò a Quarto. Dopo un poco di tempo la macchina gli fu restituita e quando ne rientrò in possesso si accorse che era stato an- che architettato un falso sinistro con tale autovettura”.
La nuova organizzazione della camorra flegrea, come ha ricordato Il Roma, poteva contare anche su personaggi della vecchia guardia come Nicola Palumbo, alias “faccia abbuffata”; Marco e Massimiano Beneduce, Napoleone De Sole, divenuto nel frattempo col- laboratore di giustizia; Alberto De Simone, nipote di Umberto De Simone detto “o stuorto”, gli Illiano, conosciuti come “i malacarne”; Ferdinando Longobardo, fratello del boss Gennaro Longobardi; Gustavo Troise e Anto- nio Mele, detto “o campagnolo”.

LE CONDANNE RICHIESTE

FERRO ANTONIO 20 anni
FERRO ANDREA 20 anni
NAPOLEONE DEL SOLE 6 anni
GARGIULO BIAGIO 12 anni
DE MARIA GIULIO 5 anni
SCOGNAMIGLIO DIEGO 12 anni
CARNEVALE GENNARO 12 anni
RUSSO MARIO 12 anni
COZZOLINO PAOLO 16 anni
SALVATI LUCA 16 anni
APREA PIO 16 anni
DELLO IACOLO PASQUALE 10 anni
MELE ANTONIO 16 anni
MELE FRANCESCO 12 anni
ESPOSITO GENNARO 6 anni e 4 mesi
ESPOSITO GIANLUCA 6 anni e 4 mesi
ESPOSITO FRANCESCO 10 anni
CAVALIERE GENNARO 14 anni
TROISE GUSTAVO 14 anni
LONGOBARDO FERDINANDO 10 anni
BENEDUCE MASSIMILIANO 16 anni
BENEDUCE MARCO 14 anni
ILLIANO GENNARO 10 anni
ILLIANO GAETANO 10 anni e 4 mesi
CAVALIERE FRANCO 12 anni
PALUMBO NICOLA 20 anni
CAMPANILE GAETANO 14 anni
DI DOMENICO ANGELO 14 anni
IANNONE ALESSANDRO 10 anni
PALUMBO GIULIANO 10 anni
CAROTENUTO GIUSEPPE 14 anni
CAPASSO ANGELO 14 anni
DE FELICE GIOVANNI 12 anni
REAZIONE UMBERTO 14 anni
ROMANO FRANCESCO 10 anni
ROCCO GIUSEPPE 4 anni
DI ROBERTO ANTONIO 4 anni
SPINELLI MARIO 14 anni
RUSSO MARIO 12 anni
LUONGO CARMINE 8 anni
NIZZOLINI ANTONIO 14 anni
TRINCONE GIUSEPPE 14 anni
DI BONITO ALFONSO 14 anni
BARRETTA MARCO MASSIMILIANO 12 anni
BARILE SALVATORE 12 anni
TRINCONE SALVATORE 12 anni
VALLOZZI NICOLA 14 anni
DE SIMONE ALBERTO 8 anni
COSENZA ERMANNO 14 anni
DE FELICE CIRO 4 anni
DE FELICE DAVIDE 10 anni
GIOGLI RAFFAELE 10 anni
AMIRANTE GIOVANNI 12 anni
STELLATO SALVATORE 10 anni
SORCE SALVATORE 10 anni
NITTI VALERIO 10 anni
GAUDINO GENNARO 12 anni
(nella foto da sinistra i fratelli Andrea e Antonio Ferro)

Pubblicità

Pubblicità