Napoli, vandalizzata la panchina rossa per Tiziana Cantone. La mamma: “La mia lotta continua”

“L’ennesima dimostrazione della miseria dell’animo umano. Ma se sperate di spaventarmi o di ferirmi, ebbene devo ancora una volta ribadire che di voi minuscoli esserini non me ne frega un bel niente e continuerò a lottare nel nome di Tiziana e di tutte quelle che voce non hanno”. Lo afferma, su Fb, Maria Teresa Giglio, la mamma di Tiziana Cantone, la 32enne che nel 2016 si è tolta la vita dopo la diffusione sul web di suoi video hot, postando la notizia che la panchina in ricordo della figlia, a NAPOLI, è stata vandalizzata ed è stata portata via la targa. “Rassegnatevi e sperate che il male non entri anche nelle vostre famiglie! La vita pone interrogazioni a sorpresa, ricordatevelo”, sottolinea Maria Teresa Giglio. “Questa è anche una sfida alle Istituzioni tutte – conclude la mamma di Tiziana – E richiede una risposta più dura a tutte le forme di violenza contro una donna”.
Cronache della Campania@2019

Fonte

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Napoli, evaso arrestato a Bagnoli

Napoli. Stamattina gli agenti del Commissariato Bagnoli, durante il...

Attacco hacker all’Agenzia ambiente della Campania “Dati non compromessi”

Attacco hacker all’Arpac, l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania: e’...

Rione Alto, ruba tavole da ponteggio: arrestato

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Arenella, durante il...

Napoli, scarico merci selvaggio al Corso Vittorio Emanuele. Scompare la fermata del bus

Napoli. “Non bastava la sosta selvaggia, adesso anche lo...