Mazzette all’Asl di Caserta, prescritti i reati: libero anche l’imprenditore ritenuto vicino al clan Belforte

Il tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha escluso l’aggravante mafiosa e dichiarato la prescrizione per gli otto imputati del processo per un giro di «mazzette» all’Asl di Caserta che vedeva come figura centrale l’imprenditore Angelo Grillo, ritenuto vicino al clan Belforte.

Prescrizione per lo stesso Grillo e per l’ex sindaco di Caserta ed ex dirigente Asl Giuseppe Gasparin, per l’altro ex dirigente dell’Asl di Caserta Raffaele Crisci, per la dipendente Asl Chiara Bonacci, per l’imprenditore Giovanni Cavallero e per tre collaboratori di Grillo.

La Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, che ha condotto le indagini e sostenuto l’accusa nel processo con il sostituto Luigi Landolfi, aveva chiesto pene pesanti, tra gli otto e i dodici anni, per lo stesso Grillo, ed ex politici e funzionari di vertice dell’Asl di Caserta, invocando la vicinanza di Grillo al clan Belforte, emersa in numerosi processi; per l’accusa Grillo avrebbe versato ai funzionari Asl soldi e regali, tra cui viaggi di piacere in località come Sharm El Sheik, per farsi liquidare dall’azienda sanitaria le fatture per i servizi resi dalla sua ditta, che effettuava le pulizie all’interno di ospedali dell’Asl casertana; quelle fatture pagate a Grillo prima di altri imprenditori creditori dell’Asl, per la Dda, erano favori fatti al clan Belforte di Marcianise.

Ma il collegio giudicante non ha condiviso tale tesi, facendo cadere, come richiesto dai difensori degli imputati (nello staff Vittorio Giaquinto, Massimo Garofalo, Camillo Irace), l’aggravante mafiosa che la Dda aveva contestato accanto a reati di corruzione; caduta l’aggravante, è scattata la «mannaia» della prescrizione, essendo passato troppo tempo dalla commissione dei fatti (dal 2008 al 2012).

Mazzette all’Asl di Caserta, prescritti i reati: libero anche l’imprenditore ritenuto vicino al clan Belforte di A. Carlino / Cronache della Campania

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Napoli, evaso arrestato a Bagnoli

Napoli. Stamattina gli agenti del Commissariato Bagnoli, durante il...

Attacco hacker all’Agenzia ambiente della Campania “Dati non compromessi”

Attacco hacker all’Arpac, l’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania: e’...

Rione Alto, ruba tavole da ponteggio: arrestato

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Arenella, durante il...

Napoli, scarico merci selvaggio al Corso Vittorio Emanuele. Scompare la fermata del bus

Napoli. “Non bastava la sosta selvaggia, adesso anche lo...