Accusato di voler incendiare il Santuario di Pompei: assolto “perché il fatto non sussiste”

Da Volontario della protezione civile era stato bloccato dai carabinieri perché accusato di voler incendiare il Santuario di Pompei.
Ora a 9 anni di distanza il Tribunale di Torre Annunziata lo ha assolto “Perchè il fatto non sussiste”. L’uomo, A.N, (difeso dall’avvocato Massimo Autieri) nel frattempo è stato riconosciuto “affetto da vizio di mente e parzialmente incapace di intendere e di volere” grazie a  due perizie svolte su disposizione della Procura torrese.
L’uomo era stato fermato in diverse circostanze e sorpreso a incendiare cartoni, plastica e la copertura di una serra sia nel centro sia alla periferia di Pompei. Ma nel caso del fallito incendio al Santuario i carabinieri sentiti in Tribunale sono stati costretti ad ammettere che avevano solo “sentire…

Cronache della Campania

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Napoli: processo all’ex Garante dei detenuti Pietro Ioia, concessione attenuanti generiche

Confermate le accuse di corruzione e cessione di stupefacenti La...

Ex killer pentito arrestato a Roma, chiuse indagini sull’omicidio di Siani.

Arrestato ex killer e camorrista pentito a Roma Salvatore Migliorino,...

Chiesti sei ergastoli per i boss dell’organizzazione criminale di Gomorra per otto omicidi commessi.

Processo contro i boss della seconda faida di Scampia Nel...

Scimmia e violenze in carcere: la mia testimonianza contro gli abusi

Violenze nel carcere: le testimonianze al maxi-processo Proseguono le testimonianze...