Figlia svela: senza soldi per il funerale, ho chiuso la madre nel baule a Mondragone

L’orribile storia di Concetta Infante, la donna di 77 anni trovata mummificata nel baule della sua casa a Mondragone, ha scosso profondamente l’opinione pubblica. Il caso ha destato sconcerto e indignazione per la tragedia umana che si è consumata. Secondo quanto riferito, la figlia 40enne, con cui la vittima viveva, è indagata per occultamento di cadavere e ha ammesso di aver sigillato il corpo della madre nel baule dopo la sua morte.

L’indagata ha giustificato il suo gesto spaventoso dichiarando di non avere avuto i mezzi per celebrare un funerale dignitoso per la madre, dopo che questa era deceduta a seguito di un incidente domestico. Tuttavia, ulteriori dettagli osceni emergono dalla vicenda: la figlia avrebbe continuato a incassare la pensione della madre anche dopo la sua morte.

Inoltre, è emerso che i servizi sociali erano stati precedentemente allertati da segnalazioni anonime riguardanti le condizioni precarie in cui versava Concetta Infante. Nonostante ciò, la figlia aveva impedito ai servizi sociali di entrare, sostenendo di non avere problemi economici, e aveva richiesto solo un pacco alimentare. La situazione si è rivelata ancora più inquietante quando la sorella della vittima, che viveva in Abruzzo, ha scoperto il cadavere della madre nel baule.

È un caso che getta luce sull’importanza di un sistema di assistenza sociale efficace e vigilante, che sia in grado di intervenire tempestivamente per proteggere le persone vulnerabili. La vicenda solleva anche interrogativi sulle dinamiche familiari e sull’isolamento sociale che può portare a tragici episodi come questo.

In attesa dei risultati dell’autopsia, che potranno fornire indicazioni cruciali sulle circostanze della morte di Concetta Infante e sulla veridicità della versione fornita dalla figlia, ciò che è emerso fino ad ora è semplicemente scioccante. La storia di Concetta Infante rappresenta un triste monito sulla necessità di prestare attenzione e assistenza alle persone in difficoltà, al fine di prevenire tragedie simili.

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS