Francesco Plumitallo giudicato totalmente infermo di mente dagli esperti per aver strangolato la madre

Il giovane Francesco Plumitallo è stato giudicato totalmente infermo di mente dagli esperti in seguito al tragico omicidio di sua madre, Patrizia Lombardi Vella, avvenuto il 14 novembre a Capodrise. Il processo si è svolto dinanzi alla dottoressa Alessandra Grammatica, Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dopo che è stata condotta una perizia psichiatrica.

Durante l’incidente probatorio, sia il perito nominato dal Giudice, lo psichiatra dott. Raffaele Sperandeo, che il consulente psichiatra della difesa, il dott. Giovanni D’Angelo, hanno concordato sulla totale infermità di mente di Francesco Plumitallo al momento del delitto. Tuttavia, c’è stato disaccordo sulle sue capacità di partecipare consapevolmente al giudizio. Mentre il dott. Sperandeo ha ritenuto che fosse in grado di farlo, il dott. D’Angelo ha sostenuto il contrario, evidenziando la sua incapacità.

La decisione sul prosieguo del processo ora spetta al Giudice, che deve scegliere se lasciare Francesco in carcere o trasferirlo in una struttura adeguata dove possa ricevere cure psichiatriche adeguate. Questa decisione è cruciale per evitare che Francesco possa ripetere gesti insani o mettere a repentaglio la propria vita.

Nonostante la tragedia e la gravità dell’omicidio, è fondamentale tenere presente che Francesco Plumitallo è stato giudicato totalmente infermo di mente. La perizia psichiatrica ha evidenziato la sua assenza di capacità di intendere e volere al momento del delitto, rivelando che era affetto da infermità totale di mente. Pertanto, in situazioni del genere, è fondamentale garantire che venga assicurato un ambiente terapeutico adeguato per lui.

Sarà importante seguire gli sviluppi del caso e attendere la decisione del Giudice sul prosieguo del processo, così come gli esiti dell’autopsia sul corpo di Patrizia Lombardi Vella. La situazione riguardante Francesco Plumitallo solleva questioni delicate e impegnative che richiedono una riflessione attenta da parte delle autorità coinvolte.

Fonte: Cronache della Campania

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Ex killer pentito arrestato a Roma, chiuse indagini sull’omicidio di Siani.

Arrestato ex killer e camorrista pentito a Roma Salvatore Migliorino,...

Chiesti sei ergastoli per i boss dell’organizzazione criminale di Gomorra per otto omicidi commessi.

Processo contro i boss della seconda faida di Scampia Nel...

Scimmia e violenze in carcere: la mia testimonianza contro gli abusi

Violenze nel carcere: le testimonianze al maxi-processo Proseguono le testimonianze...

Processo per estorsione a Gennaro Morgillo, uomo che uccise il padre vittima della Camorra: chiesto il giudizio.

Accusa di estorsione ai danni di Francesco D’Angelo Il ras...