Inchiesta Anm: indagato un broker assicurativo stabiese

Data:

Napoli. Le Fiamme Gialle partenopee puntano la lente di ingrandimento su un broker assicurativo stabiese. La tributaria ha effettuato degli accertamenti nell’ ufficio del broker portato via copie di documento, atti, hard disk dagli uffici dell’indagato, che è in forza ad una compagnia assicurativa di livello internazionale che ha anche una filiale a Castellammare.
Gli investigatori indagano per l’ipotesi di truffa ai danni dello Stato. Le indagini sono partite direttamente da Napoli. Tutto sarebbe iniziato con un esposto anonimo inviato agli uffici del Comune di Napoli e dell’Anm, azienda che si occupa del trasporto locale. In questi giorni si cerca un piano di risanamento e il modo per non far terminare l’azienda dei trasporti nel crac.
Il buco di bilancio dell’Anm è milionario e forse la presunta truffa messa a segno dallo stabiese avrebbe influito molto sul bilancio. Infatti la polizia tributaria di Napoli è al vaglio di tutta l’attività del broker negli ultimi cinque anni. Lo stabiese avrebbe fatto da intermediario per chiudere le polizze assicurative sui mezzi dell’azienda.
Si punta il dito sui costi: 15 milioni di euro l’anno che, moltiplicati per 5 anni di gestioni, portano a circa 80mila euro. Intanto le altre società campane pagano esattamente la metà. Le fiamme gialle indagano anche sulle provvigioni da riscuotere: il 5%. Secondo i finanzieri avrebbe incassato molto di più, facendo fatture false o non dichiarate.
Qui anche l’ipotesi di evasione fiscale. Intanto, la compagnia assicurativa ha preso già provvedimenti ed ha momentaneamente sospeso lo stabiese in attesa delle indagini in corso.

Copyright@2017 CronachedellaCampania.it

CONDIVIDI :

Più letti

TI POTREBBE INTERESSARE
LEGGI

Omicidio Genny Cesarano: il killer fu Gianluca Annunziata

Potrebbe essere stato  Gianluca Annunziata, 31 anni, l’ultimo dei...

Processo Isochimica, oggi dopo 30 anni arriva la sentenza

processo isochimicaprocesso isochimica

#ProcessoIsochimica, oggi dopo 30 anni arriva la #sentenza. Il fallimento dichiarato dal tribunale di Avellino risale al 1990

Processo Isochimica, oggi dopo 30 anni arriva la sentenza di Gustavo Gentile / Cronache della Campania

Spari alla Pastrengo e devastazione al Pellegrini: condannati familiari e amici di Ugo Russo

ugo russo condannati familiariugo russo condannati familiari

Il Tribunale di Napoli ha inflitto condanne complessive per oltre 30 anni di carcere per familiari e amici di Ugo Russo, il baby rapinatore dei Quartieri ucciso nel corso di un conflitto a fuoco con i carabinieri

Spari alla Pastrengo e devastazione al Pellegrini: condannati familiari e amici di Ugo Russo di Redazione Cronache / Cronache della Campania

Camorra, arrestato a Ponticelli elemento di spicco del clan De Martino

Camorra, i carabinieri arrestano a Ponticelli un elemento di...