Coppia di coniugi minacciata dal clan per i prestiti a tassi da usura, due arresti


Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta ha eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di due soggetti i quali, in base agli elementi investigativi finora acquisiti, sono stati ritenuti gravemente indiziati della commissione, a vario titolo, dei reati di usura ed estorsione, anche mediante l’utilizzo del c.d. “metodo mafioso”.

Il provvedimento compendia gli esiti di indagini, svolte dalla Compagnia di Marcianise e coordinate dalla D.D.A. di Napoli, nel cui ambito è stato possibile ricostruire alcune condotte usuraie ed estorsive che gli indagati avrebbero posto in essere ai danni di una coppia di coniugi, facendo anche ricorso a forme di intimidazione basate sulla “spendita del nome” del noto clan camorristico dei “Belforte”.

La restituzione coattiva dei singoli prestiti sarebbe avvenuta attraverso la sottrazione, con violenza e minaccia, di un immobile posto a garanzia del debito contratto

Ultime News

TI POTREBBE INTERESSARE
NEWS

Arzano, Villa Comunale ai privati: occhi puntati sui partecipanti

Per l’affidatario niente gestione del verde pubblico ad Arzano Arzano,...

Covid in Campania: stabili i positivi, nessuna nuova vittima

Covid in Campania: sono 1530 i positivi di oggi...

Truffa della poste pay: 8 persone denunciate tra Napoli e Casoria

Operazione della polizia che ha bloccato le otto persone...

Napoli, migrante aggredisce due agenti della Polizia Penitenziaria a Poggioreale

Arrestato un 31enne del Ciad con precedenti di polizia...